“L’accordo sul simbolo fra Bruno Tabacci ed Emma Bonino è una buona notizia, ora nel centrosinistra in tanti sapranno cosa votare anche nel proporzionale”.

Lo ha dichiarato Giulio Lauri, consigliere regionale di Sel/Fvg, commentando la notizia della presentazione di un simbolo comune con il Centro Democratico di Bruno Tabacci che non renderà necessaria la raccolta delle firme per la Lista +Europa di Emma Bonino, che altrimenti si sarebbe dovuta presentare fuori dalla colazione di centrosinistra. Nei giorni scorsi, insieme al Sindaco di Udine Furio Honsell, Lauri aveva dato la propria disponibilità a dare una mano per la raccolta delle firme della lista +Europa.

“Ci sono molti elettori di sinistra e di centrosinistra che vedono bene il grande pericolo del populismo, che chiedono una proposta politica laica, di stampo europeo e attenta ai diritti, compresi quelli sociali, e che non vogliono votare PD. Sarebbe stato un peccato se non avessero potuto esprimere il proprio voto anche per contribuire ad eleggere il 66% dei seggi che rappresentano la quota del prossimo parlamento eletta con il sistema proporzionale.”

News