La sperimentazione della Misura di sostegno al reddito per le persone in difficoltà sta dando dei risultati perfino superiori alle previsioni
“E’ vero che ci sono criticità nell’erogazione dell’assegno e nella stesura del Patto di inclusione, ma non c’è dubbio che la sperimentazione della Misura di sostegno al reddito per le persone in difficoltà sta dando dei risultati perfino superiori alle previsioni andando per la prima volta a sostenere non solo chi vive da tempo una condizione cronica di povertà ma anche i lavoratori, in particolare i dipendenti precari intermittenti e stagionali e i lavoratori autonomi colpiti dalla crisi”.
Lo ha dichiarato oggi Giulio Lauri, capogruppo di Sinistra ecologia libertà in Consiglio regionale, a margine dell’audizione degli ambiti socioassistenziali dei Comuni cui è affidata l’attuazione della legge di sostegno al reddito con cui è iniziata la Riforma del welfare regionale.
Credo che possiamo esprimere un grande orgoglio per il fatto di essere la prima Regione italiana ad avere approvato un intervento come questo che avvicina il Friuli Venezia Giulia a quasi tutte le regioni europee che godono già da tempo di misure analoghe” – ha continuato Lauri. “Fatto che non ci esime però da affrontare anche le criticità che stiamo risconrtrando nell’erogazione del sostegno: i servizi sociali dei Comuni sono stati messi a dura prova da questa nuova misura e se ne deve valutare un potenziamento, così come va potenziato il coordinamento con i Centri per l’impiego. Più in generale, è necessario ora integrare di più fra loro non solo l’assistenza sociale e le politiche attive per il lavoro, ma anche le politiche abitative andando a completare la Riforma del welfare regionale in modo da rendere gli interventi più organici e più semplici e quindi ancora più efficaci nell’aiutare i cittadini in difficoltà”.
Comunicati Stampa