“La manovra contenuta nella legge di stabilità 2015 dà gambe alle due grandi riforme varate nel 2014, sanità ed enti locali, e soprattutto investe importanti risorse sul welfare aumentando lo stanziamento per il sostegno al reddito e riservando nuove risorse per la prossima nuova legge sulla casa. La legge di stabilità 2016 va poi letta in continuità con il ddl 116 di poche settimane fa con il quale abbiamo destinato 80 milioni di euro per il 2015 e 35 per il 2016 in prevalenza ad economia e imprese.”

Lo ha dichiarato Giulio Lauri, Presidente del gruppo consiliare di Sinistra Ecologia Libertà in Consiglio regionale, intervenendo in Commissione in sede di esame della legge di stabilità 2016.

“A chi dall’opposizione critica il patto Serracchiani – Padoan forse sfugge che il maggior volume delle risorse a disposizione sono il risultato tangibile di quell’accordo e di un lavoro silenzioso per aumentare l’attrattività nel territorio di nuove imprese che hanno trasferito la sede legale in regione, assicurando, attraverso il versamento delle tasse in FVG, risorse fresche per le casse regionali e per il welfare dei cittadini.”

“Chi dice, infine, che bisognerebbe tagliare le tasse –  ha chiuso Lauri – deve anche spiegare se pensa ad una misura indiscriminata rivolta a tutti o a un provvedimento selettivo destinato alle imprese che investono, il che potrebbe anche produrre effetti economici positivi. E soprattutto deve spiegare ai cittadini quali servizi vorrebbe tagliare di conseguenza nella spesa sociale.  E’ proprio per non scaricare i costi della crisi sulle fasce più deboli della popolazione che scegliamo di investire soprattutto sul welfare: siamo sicuri che questa scelta avrà riflessi positivi anche sul tessuto economico contribuendo sensibilmente a rilanciare i consumi.”

http://bit.ly/21jxkBy

Approfondimenti